Busatte Tempesta

TREKKING, IL SENTIERO BUSATTE -TEMPESTA

Amanti del trekking, è il turno di parlare di un sentiero panoramico tra i più belli del Garda, che fa da cornice ad una scalinata da brivido posizionata tra le località di Busatte e Tempesta.

Si tratta di un percorso naturalistico a mezza costa, dal panorama mozzafiato sul Lago di Garda. Quattro chilometri, 300 metri di dislivello e ben tre scalinate di 400 gradini incastonate nella roccia, che regalano uno spettacolo da brividi!

DA DOVE PARTIRE?

Essendo di collegamento, si può tranquillamente partire sia da Busatte (località della ridente Torbole), che da Tempesta (facilmente raggiungibile con auto o autobus dal centro di Malcesine). Noi oggi vi racconteremo della nostra scelta, a Busatte, nonostante ci siano diverse alternative possibili. 

Approdando a Busatte, si può lasciare il mezzo alle porte del Parco Avventura, nel parcheggio, dotato anche di comodo bar/ristorante. Una volta pronti e carichi, avventuratevi nel sentiero naturalistico che anticipa la prima scalinata.

TRE RAMPE A STRAPIOMBO: PERICOLOSE?

La visione che si ha giungendo alla prima scalinata, vi farà dimenticare di trovarvi a pochi passi dalla civiltà: dalla cima vi si aprirà un panorama sul lago e completamente a strapiombo

Pericoloso il sentiero Busatte Tempesta? Assolutamente no, le ringhiere sono abbastanza alte da non permettere la caduta e sono a prova di bimbo, cane e persone con svarioni da vertigini (Marghe sta annuendo, agitando la mano verso l’alto!). 

E’ comunque consigliabile fare il percorso se non si hanno delle vere e proprie fobie dell’altitudine, diversamente potrebbe diventare un po’ problematico.

Le scalinate contano 400 scalini totali, che servono per superare i salti di Corno di Bò e della Cavra. Tutti possono fare questo percorso se si vuole passare una mezza giornata in mezzo alla natura. Durante il percorso sarete immersi nella vegetazione mediterranea e non potrete non notare la roccia modellata dal ritiro dei ghiacciai. 

ALTERNATIVE DI PERCORSO

Come detto, tutte e tre le scalinate contano 400 gradini: se partirete, come noi, da Busatte, le supererete all’andata in discesa e, se vi sentite abbastanza atletici (noi abbiamo le prove fotografiche che lo dimostrano!), le potrete ripercorrere a ritroso, risalendo il crinale della montagna.

Se, una volta giunti a Tempesta volete un’alternativa agevole per rientrare a Busatte, potete approfittare di un autobus direzione Torbole. Dal centro paese, vi basterà seguire le indicazioni per il Parco Avventura di Busatte.

Il percorso si completa tranquillamente in un paio d’ore, consigliamo tuttavia di partire al mattino presto, essendo le scalinate esposte completamente al sole.

Dicevamo che ci sono due possibili alternative: ecco, se volete affrontare la salita all’andata, è possibile partire da Tempesta (vicino Malcesine del Garda) ed arrivare alla cima del crinale. 

Da lì, si attraversa il sentiero, dal quale siamo partiti all’inizio del racconto, e si giunge al Parco Avventura. 

IL PARCO AVVENTURA: UN’OASI VERDE PER GRANDI E PICCINI

Scegliendo di parcheggiare a Busatte, abbiamo volutamente saltato il Parco Avventura all’inizio, per godercelo al ritorno, come meritato riposto.

Si tratta di uno spazio verde, attrezzato con giochi per tutte le età, dove anche i più piccoli possono divertirsi dopo la passeggiata nella natura. 

Noi abbiamo anche fatto un simpatico incontro, finchè eravamo a riposare le gambe dalla fatica: un pappagallo divenuto la mascotte del parco, che si aggirava tra gli alberi e intratteneva i bimbi (i nostri nipotini si sono divertiti un sacco!).

In conclusione, consigliamo vivamente questo percorso, soprattutto per la possibilità di godere, soprattutto con cielo limpido, di una vista davvero straordinaria sul Lago di Garda, una perla che unisce ben tre regioni. 

E voi siete tipi da passeggiate da brivido? Provate a raccontarne una nei commenti!

Se vi piace il trekking, date un’occhiata all’articolo su San Giorgio Ingannapoltron.

A presto

Samu e Marghe

Condividi sui tuoi canali se ti piace il post

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
RESTA AGGIORNATO ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

COMMENTI

31 Comments

  1. Dev’essere molto affascinante la vista che si vede dalle scalinate. Prima però devo riuscire ad attraversare il mio primo ponte tibetano…

  2. Ragazzi con questo percorso mi avete davvero illuminata. Pur avendo passato diversi anni sul lago di Garda non conoscevo assolutamente questo splendido percorso che ho appuntato e sicuramente farò! Oltre al fatto che è in uno dei miei luoghi preferiti d’Italia non posso perdermi quelle scalinate immerse nella natura a strapiombo sul lago. Una vera bomba! Grazie!

  3. Posto bellissimo, ma ahimè non fa per la sottoscritta; in primo luogo sono molto fuori forma e non potrei mai affrontare dei percorsi così, ma soprattutto soffrendo di vertigini, non potrei mai godermi il panorama!

    • Ciao Teresa, purtroppo non è per tutti questo percorso, le scalinate sono tante e faticose, abbiamo fatto fatica noi. Poi penso alle persone che come me soffrono di vertigini è molto difficile, speriamo comunque ti averti trasferito tramite il nostro racconto l’unicità e la bellezza di questo luogo. 🙂

  4. Non conosco molto bene quella zona. Deve essere una camminata impegnativa ma molto interessante. Soffro purtroppo di vertigini ma le sfide mi piacciono di più. Potrei farlo anche io, prima o poi!

  5. Ne avevo già sentito parlare e mi piacerebbe molto percorrere questo percorso. Che voi sappiate, portando una bimba piccola in marsupio o zaino da montagna c’è qualche pericolo di cui dovrei essere a conoscenza?

  6. Questo sentiero che hai raccontato sembra bellissimo! In effetti avevo sentito dire che la zona nei dintorni del Garda fosse ricca di itinerari da trekking interessanti…

  7. Non frequento molto la zona ma comunque una buona idea anche per organizzare un week end e fare escursione, dobbiamo muoverci per la nostra Italia!

  8. Un sentiero che ho già sentito nominare, è nella mia lista delle gite per la bella stagione. Che panorami!

  9. Devo ammettere che questo trekking non mi dispiacerebbe, ma non sono certa di riuscire a portarlo a termine. Ho idea che dovrei allenarmi parecchio, non solo con le gambe, ma anche con la gestione delle altezze. 😉

    • Ciao Raffaella, non temere, per completare il percorso non c’è bisogno di alcun allenamento particolare! Inoltre, le scalinate hanno delle protezioni alte, quindi non c’è alcun pericolo (considera che Marghe soffre di vertigini)! Noi abbiamo fatto il percorso con due bambini di 3 e 1 anno e non ci sono stati problemi! ?

  10. Che spettacolo questo percorso! Il lago di Garda non è così lontano da casa mia, me lo segno e spero di andarci presto

  11. Questa sembra proprio una bella passeggiata! Sapevo che intorno al Garda c’erano diversi bei percorsi. Io per ora sono salita solo al Monte Baldo. Me lo segno!

  12. I trekking sono uno dei metodi che usiamo nel weekend per staccare la spina. Più il sentiero è complesso, più è la soddisfazione in termine di panorami da ammirare. Grazie per il consiglio

  13. Dev’essere un percorso bellissimo ma, con le mie vertiggini, avrei il terrore! Ricordo un percorso simile nel Verdon dove ho pensato che non sarei tornato a casa. Paura!!!

  14. Ma è fantastico questo sentiero! Certo a vederlo così a strapiombo fa un po’ impressione, però mi attira molto, ci andrei volentieri!

  15. Ciao non sono amante dello trekking ma adoro la solitudine e la vista che si gode a quelle altezze, sembra di stare in paradiso

Lascia un commento

error: Il contenuto è protetto